Come aprire la partita IVA

come-aprire-partita-iva

Per aprire la partita IVA le imprese individuali e i lavoratori autonomi devono compilare il modello di inizio attività disponibile presso l’Agenzia delle Entrate. Per l’iscrizione della partita IVA ci si può rivolgere o allo sportello presso l’Agenzia delle Entrate di competenza o semplicemente presso uno studio di un consulente del lavoro o di un commercialista. 
L’apertura della partita IVA deve essere effettuata entro 30 giorni dalla data di inizio dell’attività lavorativa o della costituzione della società.

Per aprire la partita IVA è necessario compilare i seguenti moduli: 

  1. modello AA9/11 per le persone fisiche (ditta individuale, lavoratore autonomo);
  2. modello AA7/10 per i soggetti diversi dalle persone fisiche (attività in forma societaria).

Tali modelli possono essere presentati: 

  •  Direttamente o tramite delegato, recandosi presso l’Ufficio delle Agenzie delle Entrate ed esibendo un documento di riconoscimento. Se la dichiarazione è presentata su delega, la persona delegata dovrà esibire sia il proprio documento che quello del delegante. Il modulo va presentato in duplice copia;
  •  In via telematica, l’invio può essere fatto da un professionista abilitato (consulente del lavoro-commercialista) mediante un software scaricabile dal sito dell’Agenzia delle Entrate o tramite la procedura “Comunica” della Camera di Commercio che viene utilizzata dal 2010 come Comunicazione Unica a più enti del tipo registro Imprese della Camera di Commercio, Albo Artigiani, Inps, Inail, Comune sportello Suap.

Nel momento in cui avviene la presentazione della dichiarazione di inizio attività, viene assegnato il numero di partita IVA che rimane sempre lo stesso fino alla cessazione dell’attività e che dovrà essere sempre indicato sui documenti fiscali da emettere (fatture, ricevute fiscali, scontrini fiscali) e dovrà sempre essere fornito ai propri fornitori che dovranno apporlo sulle fatture da loro emesse rappresentanti per il contribuente un costo.

 
A seconda del volume d’affari indicato o in base a particolari regimi semplificati da indicare sul modulo si potrà scegliere tra diversi regimi contabili.
Al momento della compilazione del modulo il contribuente deve inserire nel campo “codice attività” un numero di sei cifre che identifica l’attività che il soggetto vuole iniziare a svolgere. Tale codice dovrà essere scelto dall’elenco dei codici ATECO 2007 appositamente predisposto dall’Agenzia delle Entrate e dovrà essere scelto con molta attenzione in quanto sarà determinante per la corretta applicazione, successivamente, degli studi di settore. 

Per maggiori info consultate il sito dell’Agenzia dell’Entrate cliccando qui.

 

Parole chiave per questa pagina:

aprire partita iva (1)


BusinessOggi © 2014 Business Oggi. Tutti i diritti riservati .
Caminiti R.-Via Roma 89018 Villa San Giovanni (RC)- PIVA / codice fiscale 02091920807
“Le immagini presenti sul blog appartengono ai rispettivi proprietari e verranno rimosse in seguito a specifica richiesta.”
Netiquette e moderazione commenti
Privacy